Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Omicidio in spiaggia nel Vibonese, il killer confessa

Omicidio in spiaggia nel Vibonese, il killer confessa
L'omicidio in spiaggia del 12 agosto a Nicotera Marina
VIBO VALENTIA. Il killer che il 12 agosto ha ucciso in spiaggia dopo essersi costituito ieri sera ha spiegato di aver agito per evitare di avere la peggio, nell'ottica di una vendetta. Giuseppe Olivieri, 36 anni, sottoposto a fermo di indiziato di delitto per l'omicidio del 45enne Francesco Timpano, dinanzi al pm della Procura di Vibo Valentia, Luca Ciro Lotoro, ha fornito le sue spiegazioni: Ha negato la premeditazione affermando di aver agito a scopo preventivo per evitare una possibile vendetta della vittima. Timpano era scampato al raid omicida dell'11 maggio scorso portato a termine da Francesco Olivieri, fratello di Giuseppe, costato la vita a due persone di Nicotera mentre altre tre erano rimaste ferite a Limbadi.
In occasione degli omicidi dell'11 maggio, proprio Francesco Timpano era sfuggito a Francesco Olivieri che non l'aveva trovato a casa a Limbadi ed aveva scaricato contro la sua auto alcuni colpi di fucile. Giuseppe Olivieri, con il fratello arrestato ed in carcere, avrebbe così portato a termine l'omicidio di Francesco Timpano. Spetterà ai magistrati stabilire se l'omicidio sia stato premeditato o sia avvenuto per prevenire ritorsioni da parte della vittima.

Giuseppe Olivieri - difeso dall'avvocato Francesco Schimio - attende ora in carcere che il fermo del pm venga convalidato dal gip del Tribunale di Vibo.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Сентябрь 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30