Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Da Saviano al medico di Pozzallo: Legambiente premia i difensori della legalit?

Da Saviano al medico di Pozzallo: Legambiente premia i difensori della legalit?

GROSSETO - Un riconoscimento speciale "per l'impegno costante e concreto nella denuncia delle mafie". Roberto Saviano è fra i vincitori di "Ambiente e Legalità", il premio organizzato da Legambiente giunto alla trentesima edizione. La manifestazione Festambiente, in corso a Ripescia (Grosseto), è dedicata ai "difensori della legalità contro l'ecomafia e la criminalità organizzata".
"Ricevere questo premio - ha detto lo scrittore in un videomessaggio - significa ricevere un abbraccio in una fase dove ricevi sputi, balle, fake news, fango perché smonti la propaganda sui migranti, perché smonti la propaganda di questo governo che a costo zero può solo manomettere i diritti e trovare bersagli". Lo scrittore è stato di recente bersaglio degli attacchi del ministro dell'Interno Matteo Salvini, che lo ha anche querelato su carta intestata del Viminale. Legambiente ha voluto premiare "l'impegno costante e concreto, attraverso le sue opere e la sua testimonianza di scrittore, nel denunciare le mafie, la loro pericolosità per l'ambiente e la vita civile e per la costante difesa dei diritti dei più deboli quale vero antidoto alle mafie, alla corruzione e alle dinamiche distruttive della democrazia", si legge nella motivazione.
"Non è da poco ricevere un premio - continua Saviano - non è da poco sentire che esiste ancora in qualche modo una comunità pronta a ascoltare, diffondere, approfondire. Ecco questa è la parola che vale la pena ripetere in un contesto importante come quello di Festambiente". Per Saviano oggi, più che mai, è importante "avere la coscienza di essere diversi e in questa diversità riuscire a ritrovare una comunità resistente. Ecco in qualche modo noi siamo sulla strada giusta se ci siamo incontrati". Lo scrittore ha ringraziato Festambiente anche sulla sua pagina Facebook. "Non un passo indietro, se non per prendere la rincorsa", scrive sul social network.
Tra i premiati, c'è anche il medico marittimo del porto di Pozzallo, Vincenzo Morello, per "lo straordinario lavoro di soccorso a decine di miglliaia di migranti giunti attraverso il mar Mediterraneo, un gesto concreto di ecologia sociale, approccio indispensabile per affrontare le sfide globali che vedono parimenti vittime, uomini e ambiente". Un riconoscimento a sorpresa per Morello, "che non credo di meritare io personalmente perché in tanti avrebbero agito come e meglio di me e in tanti lo fanno. Ne sono onorato, io svolgo un lavoro ordinario, nulla di straordinario, mi auguro possa servire a sensibilizzare sul problema". L'arrivo dei migranti è una costante nel lavoro di Morello, così come il cambio delle rotte con gli ultimi arrivi dalla Turchia a bordo di barche a vela. "C'è un popolo che si muove per disperazione. Spero che ci sia attenzione sulle problematiche che affrontiamo e su cosa accade in mare e lo dico da testimone: davanti ai miei occhi ho gli abbracci dei bambini, la felicità della salvezza, ma c'è anche tanto dolore".
Il riconoscimento è andato, tra gli altri, alla Dia di Catania per inchiesta 'Garbage affair', operazione su corruzione di imprenditori e funzionari pubblici coinvolti in un'inchiesta su appalti nel settore dei rifiuti, al sostituto procuratore di Udine Viviana del Tedesco, per un'inchiesta sull'uso illecito di pesticidi neonicotinoidi nelle campagne locali, e a Giovanni Bombardieri della procura di Reggio Calabria per l'inchiesta 'Free wildlife' sull'uccisione e la cattura dei piccoli passeriformi.
Premiati anche la giornalista Marilù Mastrogiovanni, che dal 2007 vive sotto protezione per le inchieste sulle infiltrazioni mafiose nei comuni salentini, i giornalisti di Fanpage.it per l'inchiesta "Bloody money" su affari, politica, rifiuti e tangenti. Eancora premiati anche il presidente dell'Ente parco nazionale dell'Aspromonte Giuseppe Bombino, per l'attiva difesa dell'area protetta, il sindaco di Altavilla Milicia (Palermo) Giuseppe Virga, per aver portato avanti l'abbattimento di villette abusive sulla spiaggia comunale, e al Consorzio Macramé. Riconoscimenti anche ai carabinieri di Milano per un'inchiesta sul traffico di rifiuti provenienti dalla Campania, ai carabinieri di Palermo per l'inchiesta "Demetra" sul traffico di beni archeologici siciliani, ai carabinieri forestali di Livorno per l'inchiesta "Dangerous trash" e al comandante della stazione dei carabinieri forestali di Cotronei (Crotone) Salvatore Salerno. Premiate anche la guardia di finanza di Lucca per l'inchiesta "Ghost tender" e la Capitaneria di porto di Civitavecchia.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Октябрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031