Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Vulci Mon Amour, larte etrusca e locchio contemporaneo

Vulci Mon Amour, larte etrusca e locchio contemporaneo

Vulci mon amour, frammenti di paesaggio e di sottosuolo è il titolo della mostra in corso fino al 15 settembre al Parco Naturalistico e Archeologico di Vulci (Montalto di Castro, Viterbo). Il progetto espositivo nel Parco Naturalistico e Archeologico di Vulci ha preso il via nel 2016 con la mostra Pietra Liquida allinterno del Criptoportico e proseguita poi con Il Codice Vulci nel 2017. Il grande riscontro di pubblico ha messo in evidenza come il luogo sia particolarmente adatto per eventi espositivi di arte contemporanea. Questanno si amplia lofferta artistica, aggiungendo allesposizione sotterranea nel criptoportico un percorso in esterno che attraversa gli spazi intrisi di memoria etrusca, romana e cristiana.
Il tema di Vulci Mon Amour è il frammento, inteso come memoria di una unità perduta e insieme particella di una nuova unità, scheggia e stella di una costellazione reale e immaginaria; frammento come elemento base su cui si sono ricostruite le civiltà del passato, ma anche immagine istantanea, fotogramma che compone il racconto delloggi. Le opere si snodano tra un percorso esterno immerso nel parco - Frammenti di Paesaggio - e il percorso sotterraneo del criptoportico - Frammenti di Sottosuolo -, lavorando sul dialogo tra antichità e linguaggi della scultura contemporanea.
Vulci Mon Amour, larte etrusca e locchio contemporaneo

Condividi
In Frammenti di Paesaggio, a cura di Francesca Perti, gli artisti - Tommaso Cascella, Francesco Castellani, Massimo Luccioli, Jasmine Pignatelli, Paolo Torella, Mara van Wees, B. Zarro - realizzano opere assemblando, componendo, costruendo, decostruendo, contaminando blocchi del tipico tufo della zona. Le sculture / installazioni mettono in luce un percorso espositivo di frammenti di paesaggio, che accompagna il visitatore dalla porta ovest allingresso del Criptoportico dove si svolge la seconda parte della mostra.
In Frammenti di Sottosuolo, a cura di Gianna Besson, gli artisti - Lucilla Catania, Antonio Grieco, Andrea Fogli - presentano installazioni scultoree che coniugano materiali ceramici, bronzo e marmo con il concetto di frantumazione e ricomposizione di tempo, memoria e identità, in una simbiosi tra lo spirito del luogo, la sua identità nascosta, criptica, il concetto di reperto archeologico e le inquietudini del contemporaneo. Vulci mon amour, frammenti di paesaggio e di sottosuolo è il titolo della mostra in corso fino al 15 settembre al Parco Naturalistico e Archeologico di Vulci (Montalto di Castro, Viterbo).
Vulci Mon Amour, larte etrusca e locchio contemporaneo

Condividi
Il progetto espositivo nel Parco Naturalistico e Archeologico di Vulci ha preso il via nel 2016 con la mostra Pietra Liquida allinterno del Criptoportico e proseguita poi con Il Codice Vulci nel 2017. Il grande riscontro di pubblico ha messo in evidenza come il luogo sia particolarmente adatto per eventi espositivi di arte contemporanea. Questanno si amplia lofferta artistica, aggiungendo allesposizione sotterranea nel criptoportico un percorso in esterno che attraversa gli spazi intrisi di memoria etrusca, romana e cristiana.
Il tema di Vulci Mon Amour è il frammento, inteso come memoria di una unità perduta e insieme particella di una nuova unità, scheggia e stella di una costellazione reale e immaginaria; frammento come elemento base su cui si sono ricostruite le civiltà del passato, ma anche immagine istantanea, fotogramma che compone il racconto delloggi. Le opere si snodano tra un percorso esterno immerso nel parco - Frammenti di Paesaggio - e il percorso sotterraneo del criptoportico - Frammenti di Sottosuolo -, lavorando sul dialogo tra antichità e linguaggi della scultura contemporanea.
Vulci Mon Amour, larte etrusca e locchio contemporaneo

Condividi
In Frammenti di Paesaggio, a cura di Francesca Perti, gli artisti - Tommaso Cascella, Francesco Castellani, Massimo Luccioli, Jasmine Pignatelli, Paolo Torella, Mara van Wees, B. Zarro - realizzano opere assemblando, componendo, costruendo, decostruendo, contaminando blocchi del tipico tufo della zona. Le sculture / installazioni mettono in luce un percorso espositivo di frammenti di paesaggio, che accompagna il visitatore dalla porta ovest allingresso del Criptoportico dove si svolge la seconda parte della mostra.
Vulci Mon Amour, larte etrusca e locchio contemporaneo

Condividi
In Frammenti di Sottosuolo, a cura di Gianna Besson, gli artisti - Lucilla Catania, Antonio Grieco, Andrea Fogli - presentano installazioni scultoree che coniugano materiali ceramici, bronzo e marmo con il concetto di frantumazione e ricomposizione di tempo, memoria e identità, in una simbiosi tra lo spirito del luogo, la sua identità nascosta, criptica, il concetto di reperto archeologico e le inquietudini del contemporaneo.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2018    »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31