Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Pillola del giorno dopo, assolta la farmacista che si rifiut? di dare il farmaco

L'Aifa, l'Agenzia italiana del farmaco, forte di una corposa letteratura, ha già stabilito che la pillola del giorno dopo, come quella dei 5 giorni dopo, non è abortiva ma contraccettiva. E nessuna legge concede ai farmacisti il diritto all'obiezione di coscienza. Nonostante questo, a Trieste la Corte d'appello ieri ha assolto da ogni addebito una farmacista di Monfalcone, che rifiutò di dare il farmaco. Esulta, anche nel suo profilo Facebook, l'avvocato difensore della farmacista, Simone Pillon, attualmente senatore e capogruppo della Lega in commissione giustizia al Senato: "Siamo ben felici che anche la Corte abbia voluto mandare esente da responsabilità penale la nostra assistita, che ha scelto coraggiosamente di seguire la voce della propria coscienza per difendere la vita umana fin dal concepimento".
Il diritto all'obiezione per i farmacisti è già stato oggetto di proposte di legge, mai approvate, da parte di chi si appella all'articolo 3 del codice deontologico dei farmacisti che recita: "Il farmacista deve operare in piena autonomia e coscienza professionale conformemente ai principi etici e tenendo sempre presenti i diritti del malato e il rispetto per la vita".
Elisa Mecozzi, la farmacista, nel 2013, durante una guardia notturna, rifiutò appunto il farmaco a una donna che ne faceva richiesta con apposita ricetta (oggi non più necessaria, la contraccezione d'emergenza dal 2015 è a vendita libera per le maggiorenni). La donna era già stata assolta nel 2016 dal Tribunale di Gorizia, la richiesta era di 4 mesi di condanna per omissione o rifiuto di atti d'ufficio. L'assoluzione, oggi confermata, non fu perché il fatto non sussiste ma perché la farmacista venne dichiarata non punibile per la particolare tenuità del fatto. L'obbligo per i farmacisti di dare i farmaci per la contraccezione d'emergenza resta comunque valido.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031