Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Bologna, minacce di morte su Facebook all'assessore pro migranti

BOLOGNA - Minacce di morte su Facebook all’assessore Matteo Lepore per le sue parole sull’immigrazione. Lui replica: “Non ci fate paura” e annuncia che farà denuncia già questa mattina. Il post è arrivato poche ore fa ed è inequivocabile firmato da un utente registrato come Galileo Fiorentini. "Caro assessore, il proiettile è già in canna, basta puntare e premere il grilletto", si legge, sotto la foto di un proiettile. Un commento sotto al post di Lepore di ieri, dedicato ai funerali di Soumaila Sacko, sindacalista ucciso in Calabria.
"Ora esco e vado fare denuncia - ha replicato sempre via Facebook Lepore - Non bisogna avere timore di questa gente che vuole intimidire e gettare l’Italia nel buio dell’odio. Noi amministratori abbiamo il compito ogni giorno di lavorare per la speranza. A occhi aperti e a #portiaperti". La scorsa settimana a ricevere una analoga minaccia di morte sempre su Facebook era stata l’avvocata Cathy La Torre, impregnata nelle battaglie per i diritti Lgtb.
· LE REAZIONI
Tanti gli attestati di solidarietà per l'assessore bolognese vittima delle minacce. Il primo a reagire è senatore di LeU Vasco Errani: "La mia solidarietà e un abbraccio: non sei solo, siamo tutti con te. Bologna è una città che non ha paura." Su Facebook la consigliera comunale del Pd Isabella Angiuli scrive: "Le minacce di morte subite da Cathy La Torre e Matteo Lepore di questi giorni sono la cifra di quanto il nostro paese ancora non si sia pacificato con se stesso. Quanto lavoro ancora c’è da fare!". Con un altro post, il Pd di Bologna si dice "vicino all'assessore minacciato da un vigliacco su Facebook. Non abbiamo paura di voi, delle vostre minacce e tantomeno del vostro odio". E il capogruppo Pd Stefano Caliandro aggiunge: "Esprimo pubblicamente, dopo averlo già fatto in privato, la mia più totale solidarietà e vicinanza all'assessore. E' un episodio che abbiamo il dovere di non ignorare".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Сентябрь 2020    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930