Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Mattarella in visita a San Patrignano

Mattarella in visita a San Patrignano

RIMINI - Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è arrivato a San Patrignano, in visita per i 40 anni della comunità di recupero sulle colline riminesi. La visita inizia dal centro medico, nato nel 1994 per far fronte all'emergenza Aids e delle malattie correlate all'uso di droga dei ragazzi che entravano in comunità, poi Mattarella andrà nella tessitura, uno dei settori di formazione professionale degli ospiti, e visiterà il centro minori femminile.
Clou della visita, l'incontro nella grande sala da pranzo con i 1.300 ragazzi della comunità fondata da Vincenzo Muccioli nel 1978 e con il presidente Antonio Tinelli, a cui Mattarella rivolgerà un saluto dopo aver ascoltato due testimonianze. Mattarella è accompagnato nel suo giro nella struttura da Letizia Moratti, ex sindaco di Milano e cofondatrice della Fondazione San Patrignano, dal presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e dal sindaco di Rimini Andrea Gnassi.
"Non abbassare la guardia" nell'azione di contrasto alle droghe. Il fenomeno è "molto preoccupante" anche perchè investe sempre di più le giovani generazioni: questo il messaggio lanciato dalla co-fondatrice della Fondazione San Patrignano, Letizia Moratti.
Allarme droga tra gli adolescenti. In occasione della visita del capo dello Stato l'Osservatorio di San Patrignano lancia l'allarme droga tra i più giovani. La fotografia è scattata sugli ingressi relativi al 2017 saliti a 509 persone, tra cui 424 ragazzi e 85 ragazze (complessivamente +8,8% rispetto ai 468 del 2015). Il primo contatto con le sostanze stupefacenti, per un ragazzo su due, è avvenuto entro i 14 anni. A 18 anni di età arriva, per un ragazzo su due, la prima esperienza con la cocaina e, per un ragazzo su quattro, con l'eroina. La droga più utilizzata (9 ragazzi su 10) tra i nuovi entrati, lo scorso anno, nella comunità è la cocaina, usata da 463 persone rispetto alle 395 del 2015. Seguono la cannabis (assunta dall'87% dei neo entrati), l'eroina (57%), l'ecstasy, la ketamina, l'anfetamina e gli allucinogeni. L'età media di ingresso nella comunità riminese per il recupero delle persone affette da tossicodipendenza è di 28 anni: 33 persone sono sotto i 18 anni, 144 tra i 18 e i 25 anni, 197 tra 36 e 44 anni e 40 oltre i 45 anni.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031