Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Ventenne ucciso a Genova e poliziotto indagato, il prefetto Gabrielli: "Presto in dotazione i taser"

Ventenne ucciso a Genova e poliziotto indagato, il prefetto Gabrielli: "Presto in dotazione i taser"

"Non solo da ministro, ma da cittadino italiano e da papà sarò vicino in ogni modo possibile a questo poliziotto che ha fatto solo il suo dovere salvando la vita a un collega". Lo scrive il ministro dell'Interno Matteo Salvini su Twitter con l'hastag #iostoconchicidifende riferendosi alla vicenda del poliziotto che ha sparato, uccidendolo, al ventenne Jefferson Tomalà dopo che aveva aggredito il suo collega con un coltello.

In mattinata il capo della poizia Gabrielli ha fatto visita all'agente ferito ricoverato al San Martino: "Ho trovato bene entrambi gli agenti - ha deto il prefetto Gabrielli - il collega ferito ancora con i postumi e scosso, ringrazio i medici e la struttura sanitaria per la cura dellaspetto chirurgico ma anche per quello psicologico, molto importante. Vale anche per il giovane collega, che è stato risolutivo, anche se queste vicende lasciano sempre un aspetto di amarezza, perché quando muore una persona, anche se è una persona che delinque, che si è posta in una condizione di offesa nei nostri confronti, credo che non sia mai una cosa positiva e mi fa piacere che di questo ne abbia contezza anche il collega, perché mai dobbiamo perdere quel profilo di umanità che alla fine contraddistingue la nostra attività. Ovviamente siamo molto fiduciosi nelliter giudiziario, abbiamo massima assoluta e completa fiducia nei confronti del loro operato.

Gabrielli ha anche annunciato che "Presto i poliziotti avranno in dotazione i taser (pistole elettriche) così potranno agire in ulteriori condizioni di sicurezza e potranno non arrecare danno eccessivo alle persone in certi interventi".
Gabrielli a Genova: "Presto i poliziotti avranno in dotazione i taser"
Ventenne ucciso a Genova e poliziotto indagato, il prefetto Gabrielli: "Presto in dotazione i taser"

in riproduzione....
Condividi
L'inchiesta

Il presupposto da cui parte la procura non è per nulla formale: Jefferson Garcia Tomala, il giovane ecuadoriano ucciso domenica pomeriggio a Sestri Ponente da un colpo di pistola, è stato indagato per tentato omicidio.
Su di lui linchiesta, ovviamente, è di fatto già archiviata: niente e nessuno potrà mai riportarlo in vita. Ma quelle coltellate da lui inferte, che hanno ferito in modo grave un esperto sovrintendente di polizia, dalle prime ricostruzioni degli investigatori e del pm Walter Cotugno permettono di fare unaltra, fondamentale considerazione: siccome erano dirette alle parti vitali, il poliziotto più giovane, che ha usato la pistola perché il suo collega era in pericolo di vita, ha legittimamente estratto larma. A questo punto, però, bisogna accertare, a tutela di tutte le parti coinvolte, se nelluso appunto legittimo della pistola lagente delle volanti abbia in qualche modo ecceduto e se le procedure seguite nellintervento, in particolare luso dello spray urticante fossero corrette: da qui liscrizione sul registro degli indagati del poliziotto per omicidio colposo.

In questa delicata situazione va registrato anche un ulteriore elemento. Ieri pomeriggio unagenzia Ansa ha riportato una frase che il poliziotto ferito avrebbe pronunciato con dei colleghi andati a trovarlo in ospedale Non doveva succedere, potevamo salvarlo.... Il pubblico ministero ha affidato autopsia e perizia balistica al professor Luca Tajana, delluniversità di Pavia. Mentre a condurre le indagini è la squadra mobile guidata da Marco Calì. Bisogna ricostruire tutto quello che è avvenuto prima della tragedia: quando i poliziotti hanno deciso di intervenire nella piccola stanza dove stava Jefferson, al piano terra del civico 6 di via Borzoli. Mentre il ragazzo, con un coltello in mano, minacciava di uccidersi e a quanto risulta in procura di uccidere altre persone, i suoi familiari in quel momento in casa.

Falliti i tentativi di mediazione, chiamata la guardia medica per valutare e poi eseguire un trattamento sanitario obbligatorio ( il tso), mentre gli agenti della municipale, come da protocollo, stavano arrivando sul posto per affiancare la guardia medica, gli uomini delle volanti hanno capito che per garantire lincolumità di chi era nella casa, come la madre di Jefferson, non cera tempo da perdere. Ben consapevoli della situazione pericolosa, visto che il sovrintendete rimasto ferito aveva lo scudo in gommapiuma. Per immobilizzare il ragazzo e far sì che lasciasse il coltello, la polizia ha usato prima lo spray urticante. Ma leffetto, in una stanza così piccola, non è stato quello sperato: Jefferson ha cominciato a colpire con più fendenti il sovrintendente, il collega più giovane ha sparato. Ferendo, di striscio, anche lo stesso collega. Poi, i colpi di pistola: cinque, forse sei.

Lappartamento è ora deserto, sottoposto a sequestro. La famiglia di Jefferson si è riunita a Quarto nella casa del compagno della mamma, Lourdes Garcia. La donna da ieri non smette di piangere, disperata dal pensiero che Jefferson negli ultimi mesi aveva cominciato a lavorare finalmente in regola, e progettava di prendere un appartamento dove andare a vivere con la sua fidanzata Anggie e la bambina appena nata. Insieme al figlio Santiago, che sostiene di essere lunico dei fratelli testimone nel momento degli spari, mamma Lourdes non fa che ripetere: Non dovevano venire i poliziotti, nessuno li ha chiamati. Volevamo unambulanza . Oggi la famiglia si incontrerà con i i legali che li assisteranno in giudizio, gli avvocati Andrea e Maurizio Tonnarelli. Questa sera alle 21 la famiglia tornerà a Sestri Ponente per partecipare alla fiaccolata che gli amici di Jefferson hanno organizzato per ricordarlo. Da piazza Poch attraverseranno via Sestri, in silenzio. Lappuntamento non trova daccordo la consigliera comunale della Lega Francesca Corso che stigmatizza liniziativa. E ieri il neo ministro dellInterno Salvini ha diffuso una nota: Dispiace che ci sia stata una giovane vittima, mail primo pensiero va allagente gravemente ferito che ora si trova in ospedale. La madre di Jefferson è preoccupata che la fiaccolata possa essere strumentalizzata. E anzi, è contenta di vedere che tra gli organizzatori ci sono i tanti amici italiani del figlio: i compagni della scuola media Centurione e dellistituto Odero. La politica stia fuori - dicono i famigliari deve essere un momento di ricordo. Non di odio.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2018    »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031