Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Morto Ezio Barbieri, il bandito dell'Isola era malato da tempo

Stava male da tempo, ma era perfettamente lucido. Qualche mese fa, invitato dall’editore Milieu, sarebbe dovuto venire a Milano, ma non ce l’ha fatta. Ezio Barbieri, della famosa banda Bezzi-Barbieri, pericoli pubblici del Dopoguerra a Milano, era “il” bandito dell’Isola, del quartiere dei ladri che gravitavano sui vagoni merci della stazione Garibaldi.
Abitava a Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), era stato a lungo in carcere, in quelli che una volta erano i manicomi giudiziari, ma ne era uscito totalmente “recuperato”. Rapinatore senza paura, girava con un’Aprilia nera e, per fuggire, non esitava a lanciare le bombe a mano (altro che città della paura oggi…) contro polizia e carabinieri. Il 21 aprile del 1946 partecipò al tentativo di evasione di massa da San Vittore, che costò la vita all’agente Rap, il suo “socio” venne ammazzato successivamente, in una sparatoria con i detective.
Nel ’68 Bezzi sposò una ragazza che gli aveva scritto in carcere. La leggenda vuole che entrasse in banca con una ragazza nuda, per distrarre i cassieri, ma nella mala questa storia viene bollata come “bufala”.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Сентябрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930