Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Napoli, due medici riciclavano i soldi del clan Lo Russo: arrestati dalla Dia

Napoli, due medici riciclavano i soldi del clan Lo Russo: arrestati dalla Dia
La consegna di soldi filmata dagli investigatori
Noti a Napoli. Fratelli al lavoro in tandem al tavolo operatorio di due note cliniche private di Chiaia e del Vomero per rifare nasi, labbra e quant’altro alle signore della città bene. Professionisti inappuntabili. Riciclatori della camorra peggiore. Pensano dapprincipio di fare l’affare, finiscono nell’imbuto della mala, estorti e minacciati.
Scelgono infine, per guadagnare, di diventare complici dei boss. Inchiesta simbolo dell’intreccio tra la società apparentemente pulita e privilegiata e quella della criminalità organizzata, quella della Direzione investigativa Antimafia del capocentro Giuseppe Linares in procinto di lasciare Napoli per altro incarico a Roma. Intanto però lascia il segno, nella notte con l’arresto dei due fratelli medici e di altre due persone tra cui Domenico Mollica, cognato dell’ex capoclan Carlo Lo Russo, uno dei fratelli “capitoni” di Miano che, di recente pentito, ha confermato il contenuto dell’indagine.
Ai domiciliari Adriana Lo Russo, moglie di Mollica e sorella del boss Carlo. In totale sono stati sei gli arresti di cui due ai domiciliari, su ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Napoli. Una inchiesta nell’inchiesta. Si parte da quella sul ristorante del lungomare, Pizza Margherita (oggi chiuso e in vendita) degli imprenditori fratelli Iorio e delle loro relazioni con il clan Lo Russo. A sei anni anni dall’indagine sui fratelli Iorio, questi ultimi decidono di “liberarsi” del ristorante (già in amministrazione giudiziaria) ad amici di vecchia data. Si tratta dei due medici, con i quali fino a quel momento non hanno mai fatto affari. Si conoscono invece perché frequentano tutti la mondanità della Napoli bene. I due fratelli accettano di affittare il ristorante, gli Iorio si tirano fuori. Ma i due medici non sanno che questi ultimi avevano un grosso debito sull’attività con il clan Lo Russo.
Cinquemila euro da restituire ogni mese. Debito che ricade sui due professionisti. I quali, a un certo punto, vengono anche prelevati con la forza mentre sono al lavoro in clinica e portati al cospetto del cognato del boss. Minacciati, devono pagare. Una gestione impossibile della situazione per i due fratelli, che addirittura chiedono di essere vendicati per non aver saputo del debito e chiedono di uccidere Iorio. Naturalmente non succede. E alla fine si trova l’accordo. I professionisti ricicleranno il denaro del ristorante per il clan. Verranno filmati mentre, sul furgone del ristorante, vanno a prelevare i contanti nel locale da cui prendono una percentuale.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Сентябрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930