Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

State of the Union a Firenze, Tajani: "Sarebbe anacronistico uscire dall'Ue"

"Uscire dall'Europa non ha alcun senso come non ha alcun senso uscire dalla moneta unica: sarebbe anacronistico". Così il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, che ha aperto la seconda giornata di 'The State of the Union, il convegno sullo stato dell'Unione Europea, organizzato dall'Istituto Universitario Europeo di Fiesole. Ieri a inaugurare ufficialmente l'ottava edizione è arrivato a Firenze il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
"Non siamo perfetti ma cambiare significa migliorare, andare avanti e non tornare indietro, e la prima cosa da fare è avere un'Europa sempre più politica" ha ricordato Tajani che ha indicato come priorità la riforma "della primazia della politica che significa primazia dei cittadini".
Un invito alla compattezza, come arma contro i populismi è arrivato anche dal presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, che ha preso la parola dopo Tajani: "Populisti e nazionalisti hann oavuto materia per alimentare loro sentimenti e aumentare distacco dagli altri" a causa della crisi migratoria. Così "la "solidarietà si sfilaccia e si perde poco a poco così i Paesi del Nord Europa hanno "riscoperto un'espressione che detesto: il club del Mediterraneo, si deve usare solo per il turismo", per indicare il Sud Europa che affronta il flusso profughi. Invece "Europa e solidarietà vanno insieme. La solidarietà fa parte del patto fondatore dell'Europa"
Per la Commissione europea la solidarietà è ormai un obiettivo - ha continuato il presidente della Commissione Ue - e lo dimostra il "budget" che è stato stanziato e che "non è servizio contabile neutro" ma "deve riflettere le grandi ambizioni" dell'Europa. Juncker ha voluto sottolineare come, "ancor prima dei piani" che sono stati definiti", la Commissione si sia lanciata "nel rilanciare la solidarietà".
A questo proposito ha ricordato quel piano che viene chiamato con il suo nome: "Ma se sarà un successo sarà considerato con il suo nome per intero, se non funzionerà resterà piano Junker", ha aggiunto. Il Piano investimenti, ha proseguito, oggi ha permesso di mobilitare "285 miliardi. E' un ottimo inizio, ma non basta e abbiamo come obiettivo 500 miliardi entro il 2020, e 600 entro 2022".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Август 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031