Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Alluvione a Parma, Procura chiede rinvio a giudizio di Pizzarotti

La Procura di Parma ha chiesto il rinvio a giudizio per il sindaco Federico Pizzarotti per l’alluvione del Baganza dell’ottobre del 2014. L’ipotesi di reato è quella di disastro colposo.
Insieme al primo cittadino rischiano il processo per lo stesso reato l’ex comandante della municipale Gaetano Noè, l'ex dirigente della protezione civile della Provincia, Gabriele Alifraco, il direttore dell'Agenzia regionale della protezione civile, Maurizio Mainetti, Claudio Pattini, responsabile della protezione civile del Comune.
Stralciata, invece, la posizione di Francesco Puma, ex segretario generale dell'Autorità di bacino del Po.
Lo scorso gennaio la Procura aveva chiuso il fascicolo dell’inchiesta. Secondo quanto appurato durante le indagini, non solo il piano di protezione civile di Parma non è mai stato aggiornato dal 2007, con numeri telefonici e referenti che nel 2014 non esistevano più, ma gli avvisi di allerta non sono stati presi in considerazione e nessuno ha effettuato controlli nelle zone a rischio, avvisando la popolazione.
Cosa altrettanto grave, la popolazione non fu allertata neppure una volta superata la soglia idrometrica di preallarme alle 15,20 del 13 ottobre e una volta crollato il ponte della Navetta.
Restano dunque in piedi tutte le accuse. Si dovrà ora attendere l’udienza preliminare con il giudice chiamato a decidere se e chi mandare a processo.
Già a gennaio il primo cittadino aveva sottolineato:"Abbiamo fatto tutto quello che si doveva fare, prima, durante e dopo. Mattino, pomeriggio e sera. Un sindaco, però, è sempre in prima fila. Oneri e onori. L’unica categoria politica che ha sempre meno poteri ma il massimo delle responsabilità. Ma andiamo sempre avanti: io continuerò a fare quello che ho sempre fatto, nel rispetto e a tutela dei miei concittadini. Infine, con estrema chiarezza continuerò a tenere aggiornati i parmigiani sugli sviluppi della vicenda". La notizia della richiesta di rinvio a giudizio è stata pubblicata dalla Gazzetta di Parma.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Август 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031