Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Caravaggio, duplice omicidio alla sala slot: il fratello del killer finito con un colpo di grazia

Caravaggio, duplice omicidio alla sala slot: il fratello del killer finito con un colpo di grazia
(ansa)
E' durata poche ore la caccia all'assassino che nella sala slot Golden Cherry di Caravaggio (Bergamo), ieri intorno alle 18, ha sparato a Carlo Novembrini, 51 anni originario di Gela, e alla sua convivente Maria Rosa Fortini, 40 anni, di Crema. A uccidere con una vera e propria esecuzioni la coppia è stato Maurizio Novembrini, fratello di Carlo, per ragioni che sono ancora da accertare.
Caravaggio, duplice omicidio alla sala slot: il fratello del killer finito con un colpo di grazia

La coppia uccisa nella sala giochi di Caravaggio in uno scatto da Fb
Condividi
La dinamica dell'omicidio è invece chiara, anche grazie alle tante telecamere presenti nel locale e nel parcheggio. L'assassino è entrato a volto scoperto nella sala giochi dove già si trovavano le due vittime e con una pistola calibro 9 con matricola abrasa ha sparato al fratello. Quando la donna si è gettata sul compagno ferito, ha colpito anche lei al collo con un proiettile a bruciapelo.
Dopo essersi allontanato dai due, Maurizio Novembrini è tornato indietro e ha inflitto al fratello il colpo di grazia, sparando in bocca a distanza ravvicinata. Nel locale era presente anche una sorella dei due, che per ora non risulta indagata ma che è stata sentita sui fatti. Quest'ultima non avrebbe quindi avuto un ruolo nel duplice omicidio, ma è insieme a lei che il killer si allontana dalla scena del delitto sulla Panda bianca con cui erano arrivati a Caravaggio, presa in prestito da un conoscente.
Caravaggio: duplice omicidio alla sala giochi
Le ricerche sono scattate immediatamente; i filmati ripresi dalle telecamere, subito visionati dai carabinieri della compagnia di Treviglio hanno presto permesso di capire chi aveva sparato. L'assassino è stato fermato in tarda serata, mentre tornava in treno a Treviglio dopo aver restituito la Panda al proprietario. Resta da accertare quale possa essere il movente che ha portato alla sparatoria.
I due fratelli avevano avuto guai con la giustizia in Sicilia negli anni '90, per alcune estorsioni e altri reati legati alla criminalità organizzata, e proprio per questo sembra che abbiano scelto di trasferirsi nella Bergamasca. I rapporti tra i due erano compromessi da tempo ma ancora non si conosce la ragione del delitto: i parenti dei due hanno risposto con il silenzio alle domande degli inquirenti. Maurizio Novembrini, che è ora in stato di fermo, avrebbe confessato il delitto.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Сентябрь 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30