Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Maltempo, continua a piovere: gioved? arriva una nuova perturbazione atlantica

ROMA - Continua a piovere. Marzo pazzerello resta col suo ombrello e non accenna a schiarire. Fa scherzetti però e concede una breve tregua all'umidità domani e mercoledì. Due giornate meteorologicamente più tranquille con un po' di sole e meno pioggia, confermano gli esperti.
Ma è solo un miglioramento momentaneo e neanche generale. Nuvole e cielo basso con residui rovesci ancora su Nordest, Centro e basso versante tirrenico, qualche nota instabile ancora sul Nordest, alta Toscana e Sardegna. In aumento le temperature massime, altrove il tempo sarà solo discreto.
UNA PAUSA BREVE, POI PERTURBAZIONE

Giovedì tutti in attesa della nuova perturbazione atlantica, veloce ma intensa. Piogge e rovesci anche a sfondo temporalesco attraverseranno lo Stivale da Ovest verso Est colpendo in modo particolare Nord e regioni tirreniche. Nevicate sulle Alpi mediamente oltre 1000-1500 metri, a quote anche più basse su Piemonte e Valle d'Aosta". E niente di buono per il fine settimana.
Venerdì qualche acquazzone o temporale e subito dopo un nuovo peggioramento per sabato e domenica, questa volta accompagnato anche da un calo delle temperature. Insomma, freddino.
METEO - TRAFFICO IN TEMPO REALE
Non siamo soli, le perturbazioni impreversano in tutta Europa, dove dal prossimo fine settimana è previsto il ritorno dell'inverno come se non ne avessimo abbastanza. "Una seconda significativa irruzione artico-siberiana potrebbe infatti raggiungere - rilevano i meteorologi - soprattutto gli Stati europei centrali con tracollo termico e neve anche in pianura. Ancora incerte le sorti per l'Italia, che potrebbe venire interessata marginalmente soprattutto nelle regioni settentrionali, con tempo ancora instabile e clima più freddo.
AUTO TRAVOLTA DA TORRENTE IN FRIULI

Un'auto è stata travolta questa mattina dalla piena delle acque del torrente Malina, ingrossato dal maltempo. La conducente, una donna di 80 anni, tentava di attraversare un guado a Premariacco (Udine) quando la vettura, un'Audi Q3, è stata risucchiata dalla corrente e trascinata per alcuni metri nel letto del torrente prima di fermarsi, bloccata da alcuni tronchi. L'automobilista è stata raggiunta dai Vigili del fuoco, intervenuti sul posto con un'autoscala da Udine, personale di Cividale del Friuli e una squadra specializzata del Soccorso speleoalpino fluviale. Complesse le operazioni di soccorso: l'anziana è stata legata e imbragata e poi riportata a riva nel cestello dell'autoscala, illesa.
Maltempo, continua a piovere: gioved? arriva una nuova perturbazione atlantica

MODENA IN PIENA, PONTI CHIUSI
Sta lentamente transitando il colmo della piena che nella notte a Modena superato la cosiddetta "soglia 2" di attenzione per il Secchia e per il Panaro. Rimangono quindi chiusi Ponte Alto, il Ponte dell'Uccellino e il Ponte di via Curtatona. Ha riaperto invece il Ponte Vecchio di Navicello che era stato chiuso, come gli altri, nella serata di ieri.
Condividi
IN EMILIA ROMAGNA FRANE E FIUMI IN PIENA

Tra domenica e oggi sono caduti gran parte della regione, soprattutto sulla fascia appenninica centro occidentale, pioggia per più di 50 mm in sei ore con punte superiori a 70 mm. Per portare aiuto alla popolazione e nella sorveglianza dei fiumi ci sono 141 volontari di protezione civile (oltre 800 dal 21 febbraio) e i Vigili del fuoco che hanno risposto a una quarantina di chiamate tra segnalazioni di frane, alberi pericolanti e allagamenti. Ancora osservata speciale la frana di Gaggio Montano nel bolognese che ha provocato la chiusura della linea ferroviaria porrettana a causa dell'evoluzione della piena del reno.
LEGGI In Emilia-Romagna occhi ancora puntati sulle frane
L'entità reale del danno sarà valutabile solo dopo il ritorno dei livelli idrometrici a valori ordinari. Al momento sono state evacuate in via precauzionale altre nove persone (due erano già state allontanate nei giorni precedenti). Tra le altre situazioni critiche, a Lentigione, nel Reggiano, dove a dicembre scorso è fuoriuscito l'Enza e l'argine appena ricostruito è in via di consolidamento, una trentina di volontari hanno lavorato sul fiume predisponendo circa 3.700 sacchetti di sabbia per i rialzi arginali e a presidio per la popolazione. I cittadini con abitazioni in prossimità degli argini sono stati seguiti e informati in tempo reale, anche dai volontari, sull'evoluzione della situazione. Dal modenese sono giunte segnalazioni di dissesti e smottamenti a Palagano, Pavullo e Fanano, mentre nel riminese a Novafeltria (frana di Libiano) l'evoluzione del movimento franoso ha comportato la completa interruzione della viabilità con l'allontanamento di sei persone per l'isolamento di alcuni nuclei abitati.
Maltempo, continua a piovere: gioved? arriva una nuova perturbazione atlantica

Condividi
Quasi tutti i corsi d'acqua dell'Emilia-Romagna, informa la regione, hanno registrato superamenti di soglia tra la giornata e la notte di ieri. Le piene stanno defluendo ovunque senza particolari problemi con il passaggio del colmo di piena del Reno dalla sezione di Cento, nel ferrarese, atteso nelle prime ore del pomeriggio. Per tutta la giornata e per domani prosegue l'allerta Arancione per criticità idraulica nella pianura emiliana orientale e centrale e la costa ferrarese.
Le deboli precipitazioni (meno di 10 mm nelle 24 ore) attese domani sfanno mantenere il codice Giallo per le piene anche sui bacini romagnoli ed emiliani orientali, pianura e costa romagnola, pianura emiliana orientale e costa ferrarese. Le precipitazioni si prevedono in esaurimento a partire dal pomeriggio di domani. Per quanto riguarda il rischio frane è ancora allerta Gialla per tutte le aree di collina e montagna. Preoccupata Coldiretti, che dopo i danni prodotti dal gelo ne teme altri come conseguenza delle piogge degli ultimi giorni.
Maltempo, continua a piovere: gioved? arriva una nuova perturbazione atlantica

Il torrente Scrivia in piena nei pressi di Villalvernia (Alessandria)
Condividi
PERICOLO VALANGHE

È marcato (grado 3 su scala di 5) in Friuli Venezia Giulia, in base alle previsioni del Bollettino regionale. Le intense precipitazioni di ieri hanno portato neve solo oltre i 1.700 metri di quota. A 1.800 metri sono caduti 20-30 centimetri di nuova neve sulle zone occidentali della regione e sul Canin, quantitativi inferiori sulle Alpi Giulie e sulle Prealpi Giulie. A tratti è piovuto fino a 2 mila metri. Il manto nevoso sotto i 1.800 metri è appesantito dalla pioggia, mentre sopra i 2 mila sono presenti apporti di neve fresca più consistenti.
A VENEZIA COME IL 2017

In meno di tre mesi il numero di eventi mareali superiori a 80 centimetri nella laguna di Venezia, ovvero il fenomeno che causa 'l'acqua altA', ha eguagliato quanto registrato nei primi 6 mesi dell'anno scorso. A sottolinearlo il centro previsioni maree del Comune, che ha previsto per questa sera lunedì 12 marzo, una punta massima di marea di 110cm (codice arancio), alle ore 21,30. L'evento è dovuto al fenomeno della sessa conseguente al maltempo di ieri che ha fatto registrare un valore di marea di 119 centimetri.
PIOGGIA E RAFFICHE DI VENTO A ROMA

Le forti piogge e le raffiche di vento che si sono abbattute sul territorio di Roma e provincia da questa mattina hanno impegnato i Vigili del fuoco con 70 interventi dalle 8 alle 16 di oggi. Gli interventi di maggior rilievo sono dovuti alle infiltrazioni d'acqua nelle strade e nei terrazzi, caduta di alberi e rami.
TROPPE ALLERTA METEO, COMUNE GENOVA ESAURISCE SMS

Il boom delle allerta meteo a Genova ha portato quasi all'esaurimento della disponibilità di servizio di avvisi del Comune ai cittadini tramite l'invio massivo di sms. Gli utenti iscritti alle liste di allerta nel capoluogo ligure sono oltre 120 mila, in continua crescita. Così il Comune non poteva permettersi di lasciare senza informazioni preziose e tempestive i suoi cittadini e prima delle ultime allerta di marzo ha provveduto a un acquisto d'urgenza di un pacchetto di 500 mila sms Tim per con una spesa di 18 mila euro, al prezzo unitario di 0,036 euro più Iva.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31