Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Trento, l'autista del bus che lascia a piedi i profughi alla fermata

Trento, l'autista del bus che lascia a piedi i profughi alla fermata
Un frame del video
TRENTO - È conducente dautobus, e fino a qualche mese fa era anche assessore comunale ai Trasporti ad Avio, il suo paese in provincia di Trento. Ciò però non gli ha impedito, in più di unoccasione, di tirare dritto davanti alla fermata lasciando a piedi un folto gruppo di migranti che aspettavano il bus.
Per questo Moreno Salvetti, 41 anni, dipendente della società pubblica Trentino Trasporti, dovrò affrontare un provvedimento disciplinare e forse anche un processo. La sua attitudine a dimenticare alla fermata i migranti di Marco, frazione di Rovereto, che ogni mattina dal centro di accoglienza raggiungono Rovereto in pullman per frequentare corsi legati al progetto di inserimento, è stata documentata a dicembre in due video, girati da persone vicine ai profughi che hanno sporto denuncia alla procura allegando le prove filmate. Lipotesi di reato è interruzione di pubblico servizio con laggravante della discriminazione razziale.
Rovereto, alla fermata ci sono solo profughi: l'autista non si ferma
Trento, l'autista del bus che lascia a piedi i profughi alla fermata

Condividi
Le immagini mostrano il bus che tira dritto in almeno due diverse occasioni. Una parte del video è stata girata dallinterno del pullman, e si interrompe proprio quando qualcuno chiede allautista: Ma perché non ti sei fermato?. La Provincia ha avviato nei confronti di Salvetti un procedimento disciplinare, che potrebbe sfociare anche nel licenziamento visto che le violazioni sono state accertate, con danno al regolare svolgimento del servizio pubblico, ma anche allimmagine della società.
L'uomo, autista dal 1998, è consigliere comunale ad Avio, dove è stato eletto con una civica di centrodestra. Era anche assessore ai Trasporti e allAmbiente: finito nella bufera per aver augurato su Facebook al presidente della Provincia autonoma Ugo Rossi di fare la stessa fine dellorsa Kj2 (della quale Rossi aveva ordinato luccisione), ha poi rassegnato le dimissioni, dopo aver eliminato il post e attribuito luscita a un colpo di nervoso.
Lautista ha incassato la singolare difesa della Uil Trasporti, di cui è delegato: secondo il sindacato, Salvetti ha agito in buona fede perché nessuno dei migranti ha fatto cenni di richiedere la fermata. Anzi, in uno dei due episodi, il gruppetto di profughi fermi in mezzo alla strada senza apparente ragione avrebbero costretto il conducente a una brusca frenata, mettendo in pericolo lincolumità degli altri passeggeri.
Solidale con lui anche la neodeputata leghista Vanessa Cattoi. Secondo la parlamentare, un eventuale licenziamento di Salvetti rischia di alimentare linsofferenza dei cittadini nei confronti della presenza di migranti. Perché di recente la professione dellautista di bus è diventata rischiosa.
Salvetti a sua volta ha respinto al mittente le accuse, e ha spiegato ai giornali locali su cui la vicenda tiene banco in questi giorni di non essere razzista: piuttosto, ha detto, la vicenda è stata gonfiata. Tuttavia è lui stesso ad ammettere, dalle colonne dellAdige, che la tendenza a lasciare a piedi i migranti è tuttaltro che isolata: Dalla sede mi hanno fatto sapere che i ragazzi del campo vanno caricati perché sono arrivate tante segnalazioni di autobus che non si fermavano e li lasciavano in strada.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2018    »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930