Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Sassaiola dal corteo antifascista a Torino, la polizia ferma i manifestanti con idranti e lacrimogeni

Sassaiola dal corteo antifascista a Torino, la polizia ferma i manifestanti con idranti e lacrimogeni
(lapresse)
Scontri tra la polizia e i manifestanti antifascisti, circa cinquecento, che stanno tentando di raggiungere il Nh Hotel tra corso Bolzano e corso Vinzaglio, dove sta parlando il leader di CasaPound Simone Di Stefano.

Il video

Dal corteo sono partiti petardi e bombe carta, ma anche sassi, bottiglie e tubi da un vicino cantiere. La polizia ha risposto prima con gli idranti, poi con i lacrimogeni. Almeno due manifestanti sono stati fermati, tre poliziotti sono rimasti feriti. Il corteo, allontanato dalla polizia, ha raggiunto piazza Statuto e ora si sta dirigendo verso via Garibaldi e verso il centro.
Dei disordini ha parlato a Quinta Colonna il leader della Lega Matteo Salvini: "A Torino questi ragazzi fanno quello che fanno perché stasera quando tornano a casa nessuno gli fa nulla: se vai dalla mamma e dal papà e gli fai pagare i danni vedrai che la prossima volta restano a casa a studiare". Nello stesso programma su Rete 4. il cinque stelle Luigi Di Maio ha commentato: "Questi episodi violenti fanno preoccupare. Quando si vedono queste cose destra e sinistra si accusano a vicenda, ma chi le fa è un deficiente e basta".
Il corteo, che raduna circa 500 persone, militanti dei centri sociali e No Tav, anarchici, studenti, tante bandiere di Potere al Popolo, era partito verso le 19 da Porta Nuova.

La diretta tv

"Andiamo a stanare i fascisti di CasaPound" lo slogan lanciato dai manifestanti che stanno percorrendo corso Vittorio, scortati da un imponente schieramento di agenti in tenuta antisommossa.
Sassaiola dal corteo antifascista a Torino, la polizia ferma i manifestanti con idranti e lacrimogeni

Condividi
"Da Torino a Palermo scateniamo l'inferno. Non è solo uno slogan ma una promessa. Quello che è stato fatto a Palermo all'esponente di Forza Nuova è una concreta azione di antifascismo ed è legittima perché attaccare i fascisti è una difesa popolare": sono le parole del duro intervento fatto in corso Vittorio dai manifestanti che cercano di avvicinarsi al Nh Hotel tra corso Bolzano e corso Vinzaglio, distante poche centinaia di metri, dove sta parlando il leader di CasaPound Simone Di Stefano.
Sassaiola dal corteo antifascista a Torino, la polizia ferma i manifestanti con idranti e lacrimogeni

Condividi
Prima carica e getto di idranti in corso Vittorio. Il corteo ha cercato per due volte di forzare il blocco e gli agenti in tenuta antisommossa hanno allontanato i manifestanti che si sono ricompattati e si trovano a una decina di metri dal cordone di polizia.
Sassaiola dal corteo antifascista a Torino, la polizia ferma i manifestanti con idranti e lacrimogeni

Condividi
Il corteo è arrivato fino in via Colli, a pochi metri dall'albergo dove tra poco parlerà Di Stefano. La polizia ha bloccato l'accesso dopo un corteo senza regole che ha rapidamente percorso corso Stati Uniti e corso Galileo Ferraris. I manifestanti hanno cominciato a lanciare petardi e qualche bomba carta e a occupare la strada con i cassonetti delle immondizie (qualcuno ha preso fuoco ma le fiamme sono subito state spente), ma sono stati di nuovo allontanati prima con gli idranti, poi con un fitto lancio di lacrimogeni.
Fermata durante una carica una giovane studentessa.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Январь 2021    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031