Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

"Piano protezione civile non aggiornato": Pizzarotti verso il processo per l'alluvione

La Procura di Parma ha chiuso il fascicolo investigativo relativo all'alluvione che nel 2014 mise in ginocchio Parma.
Il sostituto procuratore Paola Dal Monte ha notificato l'avviso di fine indagini a sei indagati con l'accusa di disastro colposo aggravato. È l'intero sistema regionale di protezione civile ad essere finito sotto accusa.
Insieme al sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, sul 415 bis è scritto il nome di Maurizio Mainetti, responsabile regionale della Protezione civile. E poi Gaetano Noè, allora comandante della polizia municipale di Parma, Francesco Puma, segretario generale dell'autorità di bacino del Po, dei responsabili della protezione civile di Provincia e Comune, Gabriele Alifraco e Claudio Pattini.
L'alluvione fotografata da un volontario
Secondo quanto appurato durante le indagini, non solo il piano di protezione civile di Parma non è mai stato aggiornato dal 2007, con numeri telefonici e referenti che nel 2014 non esistevano più, ma gli avvisi di allerta non sono stati presi in considerazione e nessuno ha effettuato controlli nelle zone a rischio, avvisando la popolazione.
Anche se esisteva uno studio che indicava il punto in cui il torrente Baganza sarebbe potuto uscire. Proprio nel quartiere Montanara che fu infatti la zona della città investita dall'alluvione il 13 ottobre del 2014 con fango ed acqua che invasero gran parte della zona sud di Parma provocando cento milioni di danni e solo per una miracolosa coincidenza senza vittime.
La notizia del fascicolo su Pizzarotti risale a giugno 2016. Il prossimo passo potrebbe dunque essere una richiesta di rinvio a giudizio.
"Piano protezione civile non aggiornato": Pizzarotti verso il processo per l'alluvione

Condividi
Il primo cittadino ha comunicato su facebook la notizia della chiusura delle indagini: "Abbiamo fatto tutto quello che si doveva fare, prima, durante e dopo. Mattino, pomeriggio e sera. Un sindaco, però, è sempre in prima fila. Oneri e onori. L’unica categoria politica che ha sempre meno poteri ma il massimo delle responsabilità. Ma andiamo sempre avanti: io continuerò a fare quello che ho sempre fatto, nel rispetto e a tutela dei miei concittadini. Infine, con estrema chiarezza continuerò a tenere aggiornati i parmigiani sugli sviluppi della vicenda".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031