Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Scuola, sciopero delle maestre alla riapertura: presidi e disagi nelle citt?. Proteste al ministero dell'Istruzione

ROMA - È il giorno dello sciopero delle maestre in tutta Italia. A Roma la manifestazione è iniziata stamattina in viale Trastevere, davanti al ministero dell'Istruzione, dove gli insegnanti hanno gridato: "Contro la sentenza noi facciamo resistenza". Bandiere, striscioni, slogan: i manifestanti hanno poi provato a proseguire, ma un cordone di polizia gliel'ha impedito. Le proteste sono proseguite pacificamente. Secondo i Cobas 20mila insegnanti precari hanno incrociato le braccia e 5mila di loro hanno dato vita al corteo.
Sciopero maestre, in piazza anche gli assunti: "Dal giorno della sentenza non dormiamo pi?"
Scuola, sciopero delle maestre alla riapertura: presidi e disagi nelle citt?. Proteste al ministero dell'Istruzione

Condividi
L'agitazione, con blocchi del traffico davanti agli uffici scolastici regionali, ha riguardato molte città. A Torino, dove secondo i sindacati è in sciopero una maestra su due, circa un migliaio di insegnanti provenienti da tutto il Piemonte ha marciato in corteo per le vie del centro. A Bologna è andato in scena un sit-in con duecento maestre; a Milano hanno manifestano 500 insegnanti. "Lotteremo sino alla fine", hanno gridato 300 insegnanti di Cagliari. A Genova il corteo è stato aperto da alcuni bambini che hanno portato uno striscione con scritto "Non toccate le nostre maestre".
Le insegnanti bloccano le strade per protesta, centro di Torino in tilt
Scuola, sciopero delle maestre alla riapertura: presidi e disagi nelle citt?. Proteste al ministero dell'Istruzione

Condividi
L'astensione coinvolge in particolare la scuola materna statale e la primaria e riguarda la vicenda delle maestre con il diploma magistrale - circa seimila in questa situazione – assunte con riserva e che, dopo il pronunciamento del Consiglio di Stato in adunanza plenaria, devono tornare a fare le supplenti. Ma sono 43.600 i diplomati magistrali depennati dai giudici dalle graduatorie ad esaurimento, il canale per arrivare a una cattedra di ruolo. Insomma, la vicenda coinvolge migliaia di insegnanti: si stima il 30% delle adesioni allo sciopero. E comunque ci saranno disagi nelle scuole, alla ripresa dopo la pausa natalizia. A indirlo è stato il sindacato Saese, con Anief e Cub e altre sigle minori. I Cobas partecipano. Solidale con le maestre il segretario della Lega Matteo Salvini: "La riforma della
Scuola, sciopero delle maestre alla riapertura: presidi e disagi nelle citt?. Proteste al ministero dell'Istruzione

La protesta di insegnanti di Rimini
Condividi
· I SINDACATI ANIEF, CUB, COBAS: RECORD DI ASTENSIONI

"Ci sarà un record di adesioni per il primo sciopero dell'anno, che nello specifico riguarda i diplomati delle magistrali – spiega Marcello Pacifico, voce di Anief - le famiglie si accorgeranno cosa vuol dire perdere il maestro del proprio figlio, dopo diversi anni, per colpa di una sentenza che non doveva neanche essere pronunciata". "Molti e molte di loro hanno avuto nomine annuali dalle Gae, in diversi sono già stati immessi in ruolo, e ora, oltre alla perdita del posto di lavoro, rischiano di ritrovarsi improvvisamente reinseriti in seconda fascia o, secondo un'interpretazione ancora più penalizzante della sentenza, addirittura in terza fascia" sostiene Cobas
Scuola, sciopero delle maestre alla riapertura: presidi e disagi nelle citt?. Proteste al ministero dell'Istruzione

Condividi
· FEDELI: "CONVOCHEREMO LE PARTI DOPO PARERE AVVOCATURA"

"Rispetto le persone che oggi sono mobilitate, ma la scelta che il Miur ha fatto immediatamente dopo la sentenza del Consiglio di Stato è stata quella di chiedere all'Avvocatura generale dello Stato la corretta interpretazione e attuazione di quella sentenza, perché se sicuramente quella sentenza parla al futuro delle sentenze che riguardano i diplomati magistrali, bisogna saper distinguere le diverse tipologie pregresse in essere". Così a margine di un evento a Roma, la ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli a proposito del sit-in di questa mattina delle insegnanti della primaria e dell'infanzia al Miur. "Appena l'Avvocatura dello Stato ci risponderà convocheremo le parti e troveremo le soluzioni equilibrate per i diversi interessi in campo e per le diverse situazioni in essere. Il Miur si muove con grande equilibrio, con grande attenzione e con una scelta già fatta: continuità educativa in questo anno scolastico".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Январь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031