Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Scala, tutto blindato per la Prima: antagonisti in piazza con la 'baracca occupata'

Con l'Inno di Mameli è iniziata, puntualissima, la Prima rappresentazione della stagione al teatro alla Scala. In scena c'è l'Andrea Chénier di Umberto Giordano per la regia di Mario Martone e con le voci di Yusif Eyazov e Anna Netrebko.
Prima della Scala, l'arrivo degli ospiti nella piazza blindata
Fuori dal teatro sono state prese imponenti le misure di sicurezza: 900 gli agenti in strada per Prima e Oh Bej! Oh Bej!. La zona intorno al teatro è stata completamente transennata e bonificata nelle ore precedenti l'inizio dello spettacolo. Così come è tradizione che il 7 dicembre si svolga la Prima, altrettanto tradizionali sono le proteste. Davanti a Palazzo Marino, infatti, mentre gli ospiti entravano al Piermarini stati esplosi alcuni petardi e fuochi d'artificio. Ma si è trattato di una protesta pacifica, con musica alta e colori. Gli appartenenti del comitato inquilini e del centro sociale Il Cantiere hanno anche organizzato una "sfilata" alternativa a quella degli ospiti diretti al Piermarini. "La Prima della Scala non può trasformarsi ogni anno nella sfilata del lusso per pochissimi", ha spiegato una rappresentante degli antagonisti che hanno appeso striscioni con la scritta "people before profit" e allestito una "baracca occupata".
SEGUI LA DIRETTA SU REPUBBLICA
Prima della Scala, la protesta degli antagonisti: in piazza portano la "baracca occupata"
La politica è la grande assente di questa inaugurazione: mancano sia il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, che quello della Repubblica, Sergio Mattarella. Ci sono invece il sottosegretario alla presidenza del consiglio Maria Elena Boschi, il ministro della Cultura Dario Franceschini e il ministro per la coesione territoriale Claudio De Vincenti. Nel palco reale anche il commissario europeo alla Cultura, Tibor Navracsics.
E' ben rappresentato però il mondo del cinema (con Margherita Buy e Matilde Gioli) e dello spettacolo con Natasha Sefanenko. Interpellato sull'assenza della politica, il sindaco Beppe Sala, arrivato a braccetto con la fidanzata Chiara Bazoli, ha minizzato la questione: "Capitiamo in un periodo che dal punto di vista politico è delicato. Ho sentito tutti, si sono scusati, ma va bene così è una festa milanese".
Scala, transenne e agenti dei reparti speciali: supercontrolli per la Prima
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2017    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031