Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Scaraventa il figlio di 5 mesi contro il muro, gli rompe il cranio e picchia moglie: fermato nel Milanese

Ha scaraventato il figlio di 5 mesi contro un muro provocandogli una frattura al cranio e malmenato la moglie. Un 43enne di nazionalità marocchina è stato fermato a San Giuliano Milanese perché ritenuto responsabile di tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale e maltrattamenti in famiglia. I carabinieri di San Donato sono intervenuti nella notte su segnalazione di alcuni cittadini per una lite in corso.
In seguito a quanto è stato ricostruito, l'uomo era rientrato a casa ubriaco e aveva discusso con la moglie, una connazionale di 42 anni e con la cugina di lei: al termine della discussione aveva colpito a calci e pugni le due donne, procurato un taglio al piede alla moglie, e afferrato per il collo il figlio neonato, spingendolo con forza fino a farlo urtare contro un muro. Poi era fuggito.
L'uomo è stato visto poco dopo in strada, nei pressi dell'abitazione, mentre cercava di nascondersi: quando però si è accorto dei carabinieri, ha reagito anche contro di loro con calci e pugni. Nonostante tentasse di fuggire è stato fermato. La moglie ha riportato lesioni guaribili in 15 giorni di prognosi, mentre il bambino è tuttora ricoverato presso l'Ospedale di Vizzolo Predabissi per la frattura della teca cranica. Il fermo è stato convalidato e a carico dell'uomo è stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare nel carcere di Lodi dove rimane a disposizione dell'autorità giudiziaria.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2017    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031