Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Ilva di Taranto, sit-in dei lavoratori al consiglio regionale della Puglia: "Emiliano ritiri il ricorso"

Presidio dei lavoratori dell'Ilva di Taranto a Bari, davanti alla sede del Consiglio regionale. La protesta è stata organizzata dai sindacati Fim Cisl e Uilm, per chiedere al governatore Michele Emiliano di ritirare il ricorso presentato al Tar contro il decreto con il quale a fine settembre il governo ha modificato il piano ambientale.
'Il lavoro non si tocca' e 'salute, ambiente, occupazione, senza divisione' sono gli slogan scanditi dagli oltre 200 lavoratori che sono andati a manifestare in via Capruzzi con striscioni e bandiere. Delegazioni sindacali chiedono di essere ascoltate nel Consiglio regionale convocato con all'ordine del giorno una seduta monotematica proprio sull'Ilva. Ai sindacalisti è stato permesso di sedere fra il pubblico, nell'aula consiliare. "Chiederemo educatamente di intervenire - dicono - ma, se non ci sarà permesso, ascolteremo".
Non si placa intanto la polemica tra il governatore pugliese Michele Emiliano e il governo. "Non si tratta di dire dei sì o dei no. Ma, parliamo di Taranto, di avere a cuore o meno la salute dei cittadini e, quindi, il futuro dei lavoratori" ha detto Emiliano - intervistato da Repubblica - restando fermo sulla sua decisione di ricorrere al Tar contro il governo sull'Ilva: "Non c'è nessuna ragione economica che può mettere in discussione il futuro dei bambini, delle donne e degli uomini di Taranto. Permettetemi, questo non è un no. Questo è un argine. Ed è la nostra posizione".
Una posizione su cui è intervenuta anche la segretaria Cgil, Susanna Camusso, ha definito il ricorso "un gioco da bambini, un modo di far saltare l'asta di vendita". Per Camusso, intervistata su Coffee Break su La 7, è legittimo pensare che il piano ambientale per l'Ilva di Taranto "non sia sufficiente" ma è stato conquistato un tavolo di confronto con il Governo e quello è il luogo per discutere. "E' intorno a quel tavolo - ha detto - che si definiscono le soluzioni. Diciamo al presidente della Regione Puglia che quel ricorso non va bene e diciamo al ministro Calenda di non sospendere il tavolo".
Secondo Camusso il ricorso presentato dalla Regione Puglia e dal sindaco di Taranto contro il piano del governo "è un gioco da bambini, un modo di far saltare l'asta di vendita, Emiliano - ha concluso - si assuma la responsabilità di venire al tavolo per discutere le soluzioni".
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Сентябрь 2019    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30