Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Stupri di Rimini, le vite devastate dei turisti polacchi: "Non riescono a dormire e hanno danni agli occhi"

RIMINI - Dietro a una condanna a sedici anni per stupro, dietro al pagamento di migliaia di euro di risarcimenti, ci sono le vite devastate delle vittime, che non torneranno mai più come prima. Durante il processo a Guerlin Butungu, l'unico maggiorenne del gruppo che ha violentato e picchiato selvaggiamente una coppia di turisti polacchi e una transessuale a Rimini, l'avvocato dei due giovani stranieri ha letto in aula una mail che loro stessi hanno mandato qualche giorno fa dalla Polonia. A quasi tre mesi da quella notte, l'incubo non è finito. Come se tutto si fosse fermato lì.
Stupri Rimini, l'arresto del quarto uomo della banda
• FERITE E INCUBI

Maurizio Ghinelli, l'avvocato della coppia, ritiene "un segnale forte dal punto di vista penale" la condanna a 16 anni per Butungu, "perché tiene conto della gravità dei fatti. C'è stato del sadismo". E racconta cosa gli ha scritto la coppia, un riassunto delle parole che ha letto nell'aula a porte chiuse del tribunale di Rimini. "La ragazza, che è una studentessa universitaria, non riesce più a dare un esame né a concentrarsi. E' ancora in terapia, fisica e psicologica. Ha un grave problema oculistico per il rischio di distacco della retina. Dovrà fare un intervento agli occhi. Ha lesioni in varie parti del corpo, dolori. Ha incubi notturni, crisi di panico, vergogna, paura".
Stupri Rimini, l'arresto alla stazione del quarto uomo della banda
Stupri di Rimini, le vite devastate dei turisti polacchi: "Non riescono a dormire e hanno danni agli occhi"

Condividi
• DIVORATO DAL SENSO DI COLPA

Le carte del processo hanno raccontato i dettagli agghiaccianti della violenza sulla ragazza, stuprata più volte dal gruppo. Il compagno è stato picchiato, la faccia schiacciata sulla sabbia, i calci in faccia. "Lui aveva appena finito il suo percorso universitario e doveva sostenere un esame di specializzazione per cominciare a lavorare - continua l'avvocato - esame che non ha potuto fare. Dice che il suo modo di vivere è cambiato. Prima era aperto e tollerante, ora ha paura. Ricorda ancora le urla della ragazza mentre veniva violentata e lo tormenta il senso di colpa per non averla potuta aiutare. Anche lui rischia il distacco della retina perché è stato colpito in faccia, ha un occhio danneggiato".
Stupri Rimini, la banda ripresa dalle telecamere di sorveglianza
Stupri di Rimini, le vite devastate dei turisti polacchi: "Non riescono a dormire e hanno danni agli occhi"

Condividi
• LA TRANS: "BUTUNGU MI FA PENA E UMANA TENEREZZA"

A tutte e tre le udienze del processo a Butungu ha partecipato la transessuale peruviana che è stata violentata dal gruppo. La sua testimonianza, durante le indagini, è stata lucida e fondamentale per catturare gli aggressori. Il suo avvocato, Enrico Graziosi, racconta: "In aula ha incrociato lo sguardo più volte con Butungu. Lei non ha mai cercato vendetta oppure odio, ma era soddisfatta per questa condanna esemplare. Dopo la sentenza, riguardo allo stupratore mi ha detto: 'Mi fa pena e umana tenerezza".
• "IMPORTANTE COSTITUIRSI PARTE CIVILE"

"Il fatto che la giustizia abbia fatto il suo corso rapidamente, definendo le responsabilità di violenze così gravi e inaccettabili, è ciò che abbiamo auspicato fin dall'inizio, sebbene nulla possa anche solo alleviare il dolore del vittime o attenuare le conseguenze di ciò che è successo. È però importante che sia stata riconosciuta la possibilità per la Regione di costituirsi parte civile, entrando nel processo a nome soprattutto dell'intera comunità regionale, compatta nel dire "No" a qualsiasi forma di abuso, a partire dalla violenza di genere e contro le donne", hanno detto il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l'assessore alla Parità, Emma Petitti.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Ноябрь 2017    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930