Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Gli albi manga vendono pi? di Murakami, a Torino un corso per tradurli

Gli albi manga vendono pi? di Murakami, a Torino un corso per tradurli
Giacomo Calorio, docente di lingua giapponese all'Università di Torino
Dalla prossima settimana si andrà a lezione muniti di carta e penna per imparare a trasporre in italiano racconti a firma Eichiro Osa, Masahi Kishimoto e altri autori fra i più significativi delluniverso manga. LUniversità di Torino è il primo ateneo italiano ad avere organizzato un corso di Linguaggio e traduzione dal manga grazie al professore Gianluca Coci, traduttore di importanti romanzi dal Paese del sol levante, che insegna lingua e letteratura giapponese, e al docente del corso Giacomo Calorio, entrambi consapevoli che la sub cultura nipponica non rappresenta più un sotto genere della letteratura ma è main stream a tutti gli effetti.

Foto/Il mondo dei manga entra all'Università

"E' stata subito corsa alle iscrizioni", racconta Giacomo Calorio, classe 1978, che da laureato in giapponese nel 2003 a Torino, si ritrova ora professore degli studenti della magistrale in Lingua giapponese 2 che non vedono lora di iniziare. "Partirò introducendo alla traduzione, spiegando quali sono le competenze e gli strumenti necessari nel raffrontare il giapponese con litaliano, per poi passare ai testi più adatti. Per esempio Black Jack di Osamu Tezuka, mentre per il contemporaneo vorrei far cimentare gli studenti sia con serie sulle quali ho già lavorato come Hikaru no go di Obata Takeshi e Hotta Yumi, sia con grandi successi come One Piece o Dragon Ball".

Spalancare le porte accademiche al genere manga si deve dunque a Gianluca Coci, di nascita e formazione allOrientale di Napoli, docente a Torino, e traduttore di scrittori giapponesi, dal Nobel Kenzaburo Oe a Natsuo Kirino.
"Nove su dieci degli studenti iscritti a giapponese, arrivano a causa della cultura pop - fa notare Coci - non leggono quasi più libri ma sanno tutto di manga. Una serie come Death Note ad esempio vende più dei romanzi di Haruki Murakami, che è un autore da decine di milioni di copie. Cè grande interesse per questo corso da parte degli studenti, ma ne parlano molto anche i blog, probabilmente verrano anche a riprendere una lezione".
Torino è una città che vanta una folta base di esperti di Giappone e traduttori di libri, film, anime e manga, e viene da chiedersi come mai proprio qui lavorino così tante persone come Asuka Ozumi, Anna Specchio e Massimo Soumaré, tutti traduttori ma anche consulenti editoriali, insegnanti e autori.
"Non so perchè proprio Torino- risponde Coci - ma fra quelle di Antonietta Pastore e le mie traduzioni, raggiungiamo circa 100 romanzi pubblicati e fra tutti copriamo quasi il 50 per cento della letteratura giapponese tradotta. Godere della lettura di Natsume S?seki e di molti dei romanzi di Haruki Murakami, compreso lultimo, si deve proprio ad Antonietta Pastore, che da uno studio affacciato sulle rive del Po sta finendo di tradurre Killing Commendatore. Nel 2018 usciranno sei romanzi tradotti da Coci fra cui Tokyo Soundtrack di Hideo Furukawa e Inside di Natsuo Kirino.
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«     2019    »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031