Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

Turchia 2016: la crisi c’è, ma il mare in estate è indispensabile

Turchia 2016: la crisi c’è, ma il mare in estate è indispensabileIn primavera del 2016 gli ucraini in Turchia sono sempre in aumento – del 12 per cento di più che un’anno fa. E non è certamente perchè la vita è diventata migliore e più divertente. Le ragioni per il relax sulla costa turca sono notevolmente aumentate negli ultimi anni.

In primo luogo, la maggior parte degli alberghi hanno ridotto notevolmente i prezzi. La stagione problematica costringe il business turistico ad arrivare al compromesso, il che, ovviamente, fa bene a chi vuole riposare. Beh, quando si può permettersi di spendere, per esempio, una settimana in una villa di lusso per il prezzo di un’albergo mediocre di cinque stelle?

In secondo luogo, la Crimea non è nostra ed è stata annessa. Ciò significa che la scelta per gli appassionati di una combinazione specifica dell'odore di aghi di pino, il mare e il tipico dolce "pakhlava" è molto ristretta. Contrariamente alla credenza popolare, in Turchia ci sono sia le spiagge selvagge, che la possibilità di affittare un bungalow, senza tutte le animazioni invadenti ed servizi in inclusiva. E qui è pulito, e il turista è ospite e amico, non un nemico.

E in terzo luogo, la Turchia sta cercando di mantenere il marchio all’altezza. Gli alberghi diligentemente mantengono il livello di servizio, nonostante il fatto che la metà delle stanze sono vuote.
Grazie all’agenzia turistica in Ucraina TEZ TOUR abbiamo potuto controllare tutto in pratica nella bellissima zona del sud della Turchia. Il verde Kemer e ancora più verde Nirvana Lagoon Villas Suites & Spa, che ci si trova, ci hanno conquistato in un batter d’occhio.

Turchia 2016: la crisi c’è, ma il mare in estate è indispensabileNessuno di noi si aspettava di vedere sulla costa rocciosa un grande numero di pini ed ulivi. Gli alberi stanno a cuore degli turchi. Li trattano con amore, innaffiano e potano, anche quegli più disperati e mal formati. Ci sono più di 3 mila pini. Qui non è possibile non andare a spasso. Se siete pigri, dovete scegliere un albergo più piccolo.

In generale, i turisti stranieri hanno cominciato a conoscere e stabilirsi in Turchia proprio da Kemer. Sono mozzafiato i bellissimi paesaggi - grazie alla vicinanza delle montagne e la linea irregolare della costa. Anche se a causa delle montagne l’"alta stagione" qui inizia un paio di settimane più tardi rispetto alla stessa Antalya. E, in seguito, finisce tardi. Il calore non vuole andare via da Kemer fino al tardo autunno.

Turchia 2016: la crisi c’è, ma il mare in estate è indispensabile


In termini dell’intrattenimento attivo tradizionalmente si fanno le immersioni, praticano sci d'acqua, ci sono i parchi acquatici, i turisti giocano a tennis, squash, golf. Molti alberghi danno la possibilità di noleggiare una bicicletta ed esplorare la zona circostante. L'impressione di questa passeggiata rischia di essere duplice. Questo non è l'Europa, ma certamente non è Asia. Una sorta di ibridazione è evidente nell'architettura, e nelle maniere dei residenti locali.

Molto vicino al Parco Nazionale Yurukler si può vedere le varie rovine dell'anfiteatro romano, visitare i bagni e ammirare le tombe. Stando a come lo raccontano i turchi, almeno la metà delle storie mitiche trovano la loro spiegazione proprio qui. Qui Athena era coninvolta nelle intrighe con Zeus, Pegaso coccolava la sue ambizioni, mentre infelice Medusa ha dato la sua anima a Dio. E in realtà, perché non crederci? Noi siamo turisti!

Turchia 2016: la crisi c’è, ma il mare in estate è indispensabileTra l'altro, un noto occhio azzurro, che ostenta ogni secondo magnete in Turchia ed è appeso sullo specchietto in ogni auto è l’Occhio di Gorgone. Tuttavia, la maggior parte dei venditori dei souvenir non ne sono consapevoli. Nei tre locali diversi ho sentito tre varie storie di questo stesso simbolo.

Tuttavia, i turchi amano moltissimo e rispettono la loro storia. E sulle questioni che riguardano gli Armeni, reagiscono un po’ male. Anche se gli ucraini di certo occupano il primo posto nel parlare della politica.

Turchia 2016: la crisi c’è, ma il mare in estate è indispensabileFare le vacanze in Turchia e non andare in qualche gita è improbabile. Uno dei programmi più gratificanti è Licia, la chiesa di San Nicola, i resti del teatro, le tombe di roccia e la passeggiata mare. Ai posti legati all’amatissimo dai turisti cristiani San Nichola qui portano quasi per impostazione predefinita. E la zona in cui sono vendute le icone, è quasi maggiore della dimensione del tempio stesso.

Ironia messa da parte, quasi ogni edificio religioso in Turchia almeno una volta nella sua storia ha cambiato il culto. Nel passato molte moschee erano le chiese bizantine cristiane. E la Chiesa di San Nicola sorge sul sito di un tempio pagano. Ciò non è sorprendente, siccome si trova sul terreno con una lunga e ricca storia, è anche logico. Ma uno sente ancora una certa confusione quando cerca di leggere la storia sulle pareti e sulle volte di pietra.

Turchia 2016: la crisi c’è, ma il mare in estate è indispensabile


Ad esempio, si può vedere subito, quando la schiavitù fu finita - enormi masse rettangolari scomparvero dalla pratica costruttiva, sostituite dai mattoni. Anche coloro che non s’intendono dell’archeologia, riescono a sentire le storie delle mura antiche. Una sorta di una torta a strati dell’antico e moderno. All'uscita dal tempio i turisti necessariamente toccano la bara e esprimono un desiderio. Sembra che due o tre divinità pagane volano ancora da qualche parte nelle vicinanze.

Turchia 2016: la crisi c’è, ma il mare in estate è indispensabile


Nelle vicinanze dell’antica Licia ci sono talmente tante curiosità potenzialmente interessanti e le antiche rovine, che i locali hanno categoricamente rifiutato di vendere la loro terra. Tutti sperano che la loro casa si trova sul posto di qualche dimenticato tempio di Nettuno, e dopo la sua scoperta può porre fine alla povertà...

Marina Bryl, "Vector News"
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    Декабрь 2018    »
ПнВтСрЧтПтСбВс
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31