Autorizzazione

 
  •  Morto il famoso astronomo ucraino, Klim Churyumov 
  •  Nella galassia c'è anche il "terzo incomodo" 
  •  Pubblicato il progetto del comunicato finale del vertice del G20 
  •  A Kiev, stanziati 40 milioni di dollari per l'installazione dei contatori di calore nei condomini 

La scuola: qui inizia la disabilità degli allunni

La scuola: qui inizia la disabilità degli allunniÉ proprio nella scuola potrebbe aver inizio la disabilità dei bambini. Acceccati dalla corsa al successo gli adulti si pongono come lobbiettivo il futuro brillante dei figli e non pagano più attenzione al "prezzo" di un tale successo. Nel tentativo di far crescere il bambino che è il più intelligente e il più competitivo nella società, si scordano della salute, che va in secondo piano. Ad un certo punto, i genitori e le scuole si sono concentrati sul risultato finale dellallevamento del bambino piuttosto che sul bambino stesso. Risultati dei test esterni e il numero delle lingue straniere apprese oggi diventano molto più importanti che il bene fisico e psicologico delle giovani generazioni.

Nel perseguimento delle "buone intenzioni" - creare i futuri super-professionisti - gli adulti si dimenticano che hanno a che fare con i bambini. Già alletà prescolare il bambino deve essere in grado di leggere bene, scrivere, risolvere i problemi logici. E nella prima elementare è obbligato a sapere quello che non sanno nemmeno molti adulti - le nozioni di base di informatica. Sembra che sugli studenti siano tutto il tempo sotto una sperimentazione (pensate, ad esempio, alle nuove metodologie, alle nuove riforme scolastiche, ai nuovi manuali ed libri per la scuola ecc). Ma il male più grande del sistema scolastico è il numero sproporzionato delle lezioni.

Prendiamo come esempio, l'allievo della 4 o 5 media. Un allievo che ha in media 14-16 anni. Siccome lo studio rappresenta una sorta di lavoro minorile, che non viene pagato in denaro, ma con il guadagno dei voti, il tempo dello studio può essere equiparato a quello lavorativo. Per quanto riguarda l'attuale Codice del Lavoro, art. 197, troviamo: "La quantità delle ore di lavoro non deve superare le 24 ore alla settimana, se si ha da 15 a 16 anni." Utilizzando i semplici calcoli aritmetici, cerchiamo di verificare come questa legge viene implementata nellambito scolastico.

La maggior parte degli allunni ucraini che entrano nella categoria sopraindicata, studiano cinque giorni alla settimana, 8 lezioni al giorno, e la durata di ogni lezione è di 45 minuti. Si scopre che nel corso della settimana il bambino nella 4 o 5 media trascorre 30 ore per la formazione scolastica. E questo è senza considerare le attività extrascolastiche, le lezioni private ed i compiti di casa. Concludiamo che nellarco della settimana lallunno compie un lavoro extra per almeno 6 ore; cioè, in un mese è pari a 24 ore, e durante i 8 mesi di formazione scolastica la cifra aumenta a 192 ore!

Passiamo ora alle "norme sanitarie statali e le norme della disposizione, il contenuto dellistruzione secondaria e l'organizzazione del processo educativo 5.5.2.008-01." Nella nona parte di questo documento è disponibile una tabella 3 che illustra il numero totale di ore (lezioni) ammissibili per una settimana agli allunni. Secondo questa tabella, gli allievi della 4 (5) media con una formazione di cinque giorni a settimana, non possono avere più di 33 lezioni, e, se studiano 6 giorni a settimana - non più di 36.

Facciamo un altro calcolo: se un tale allunno studia 5 giorni, facendo 8 lezioni ogni giorno, allora nella sua routine, ogni settimana accumula 40 lezioni. In questo caso, il risultato è di 7 ore extra degli studi alla settimana; al mese - è pari a 28 lezioni e in 8 mesi della formazione la cifra aumenta a 224 lezioni! Allora, le richieste eccessive del Ministero della Pubblica Istruzione, l'uso improprio della scala-rango delle difficoltà di materie scolastiche, la sovravalutazione delle capacità fisiche dellorganismo di un giovane da parte degli adulti - tutti questi fattori hanno un impatto negativo sulla salute degli studenti. Secondo gli ultimi dati del Ministero della Sanità ucraino, secondo le risultanze della visita medica degli adolescenti solo il 7,5% dei giovani hanno un alto livello di sviluppo fisico. Tutti gli altri hanno dei problemi di salute: malattia vegetovasculare, insufficienza cardiaca, problemi di visione, scoliosi, nevrastenia, avitaminosi, problemi gastrointestinali, indebolimento del sistema immunitario, ecc

La domanda sorge spontaneamente: che cosa è più importante per il paese - una nazione sana o la società dei 'cyborg' ammalati? La risposta è ovvia. Al fine di evitare una seconda forma di realizzazione di un futuro cupo, la scuola avrebbe un urgente bisogno di realizzare lainsegnamento in un modo razionale, e in ogni caso, non dimenticarsi la salute dei bambini.

Tra l'altro, all'estero esiste un approccio più parsimonioso al carico scolastico. Ad esempio, negli Stati Uniti non esiste un sistema unificato dellistruzione, e, pertanto, ogni stato ha il controllo su questo settore per conto proprio. L'anno accademico presso la scuola americana media dura circa centottanta giorni, e gli studenti studiano cinque giorni alla settimana. E la durata degli studi non può essere più di cinque ore. Di solito le lezioni iniziano alle 8.30 e terminano alle 14.30. Tuttavia, nei 20 stati dozzine delle scuole statali hanno accettato lorario quotidiano di quattro (!) giorni.

Il giorno medio di scuola nella scuola del Regno Unito di solito dura dalle nove del mattino fino a 15.30.

In Francia, per molto tempo non potevano determinare la lunghezza della settimana scolastica. Di conseguenza, nel 2008 si è deciso di avere la formazione di 4 giorni, anche se questo periodo poi è stato aumentato a quattro giorni e mezzo.

Nella scuola elementare in Germania, così come durante i primi anni scolastici della scuola media, le lezioni sono tenute dalle 7.30 alle 11.30 e dalle 8.30 alle 13.30. Si studia 5 o 6 giorni alla settimana e ogni lezione dura 45 minuti. A seconda della regione varia il numero dei giorni lavorativi: per la scuola elementare - da 18 a 23, e per le prime classi della scuola media - da 24 a 27. Tuttavia, è opportuno notare che in molti paesi occidentali lorario composto da quattro o cinque giorni alla settimana aumenta la totale durata dello studio a scuola fino a 11 anni, come in Gran Bretagna, o fino a 12 anni come negli Stati Uniti. Ma anche qui in Ucraina abbiamo già passato a questo sistema senza però, aggiungere le innovazioni mirati alla salute di chi studia.

Yan Ishchenko
lascia un commento
Video del giorno
Notizie
  • Ultimo
  • Leggere
  • Commentate
Calendario Materiali
«    December 2016    »
MonTueWedThuFriSatSun
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031